Torta di ricotta alla siciliana

Questa torta stava rischiando di finire nel dimenticatoio, non perchè non fosse buona (al contrario, è strepitosa, soprattutto se la ricotta è di buona qualità), ma per il fatto di essere stata preparata durante le vacanze di natale del 2010. Come si fa a dimenticare una simile bontà, vi chiederete? Per una serie di motivi, personali e non, con cui non voglio annoiarvi, perchè rischierei di parlare per delle ore ^^”’!!! E devo ringraziare Genny de Al cibo commestibile, che con uno dei suoi post mi ha ricordato questa strepitosa (e scusate nuovamente la modestia XD!!) torta di ricotta. Preparata, poi, per caso; dopo aver acquistato al mercato di Villa Sperlinga una favolosa ricotta fresca, decisi di utilizzarla in modo da valorizzarne al meglio il sapore…e a forza di cercare, nella Grande enciclopedia della cucina trovai questa ricetta, che modificai leggermente. E quando la crostata uscì dal forno, mi accorsi (per il colore e il sapore) di aver fatto una pasta frolla con sopra il gattò di ricotta di mamma, ma, ovviamente, modificato. E che dire se non che il gattò è uno dei dolci di mamma che preferisco, forse perchè nella sua estrema semplicità si riesce ad esaltare la bontà della ricotta in modo strepitoso. In questo post, quindi, oltre a questa crostata troverete anche la ricetta tradizionale del gattò, o meglio di quello che prepara mia madre, che a sua volta ha avuto la ricetta da una sua zia. E passo la ricetta a Genny ;)!
A proposito, quando acquistate la ricotta chiedete al produttore o al vostro commerciante di fiducia di procurarvi della ricotta ben asciutta, per evitare che la crema di ricotta possa risultare un po’ liquida ;)!

TORTA DI RICOTTA ALLA SICILIANA
INGREDIENTI
Per la pasta frolla:
200g di farina (io 300g di farina 0)
100g di burro (io 70g)
100g di zucchero (io 60g)
1 uovo
1 tuorlo
una presa di sale
15 g di polvere lievitante biologica per dolci (non presente nella ricetta originale)
la buccia grattugiata di un limone
Per il ripieno:
1 kg di ricotta per dolci (fresca, ben asciutta e di buona qualità) (io 720g)
300 g di zucchero (io 200g)
20g di cioccolato fondente al tè verde Earl Grey tritato (non presente nella ricetta originale)
60 g di uva passa (io 2 cucchiai, altrimenti a piacere)
la buccia grattugiata di un limone
2 cucchiai di buccia d’arancia candita finemente tritata
2 cucchiai di buccia di cedro candito finemente tritata
Se volete rendere questa crostata senza glutine al 100%, potete seguire una delle ricette di Stefania per la pasta frolla ;)!
Lavorate con la planetaria (ma è sufficiente anche il mixer ;)) gli ingredienti per ottenere la pasta frolla; date alla pasta la forma di una palla, copritela con la pellicola e lasciatela riposare in frigo per 30 minuti.
Intanto, mescolate l’occorrente per il ripieno fino ad ottenere un composto ben liscio.
Riprendete la pasta e dividetela in due parti: con una formate, sulla spianatoia infarinata, un disco del diametro di 28 cm, con l’altra formate una striscia lunga 78 cm e larga 4 (io non ho seguito questo metodo, ho messo la pasta per intero in una tortiera a fascia apribile). Il disco vi servirà per rivestire una tortiera unta e la striscia per il bordo. Versate il ripieno sulla pasta e, se ve ne fosse avanzata un po’, formate delle altre strisce per la decorazione. Spennellate strisce e bordo con l’uovo sbattuto (io non l’ho fatto), mettete la torta nel secondo ripiano del forno ben caldo e ventilato partendo dal basso e fate cuocere a 180° per 40-45 minuti. Ma i tempi di cottura variano da forno a forno, quindi regolatevi con la prova dello stecchino. *

*le parti in corsivo indicano il testo copiato dalla ricetta presente nel volume dell’enciclopedia dedicato ai dolci.

INGREDIENTI
1 kg di ricotta (fresca, ben asciutta e di buona qualità)
300g di zucchero
6 uova
60g di cioccolato fondente tritato
1 cucchiaino di cannella
la buccia grattugiata di un limone

Il gattò di ricotta è, invece, naturalmente senza glutine ;)!

Lavorate i tuorli con lo zucchero. Montate gli albumi a neve. Unite il tutto con la ricotta, il cioccolato fondente tritato, la scorza di limone e la cannella, mescolando bene. Versate il composto in una teglia unta d’olio (preferibilmente a fascia apribile, perchè la torta, non contenendo farina, si spacca facilmente) e infornate in forno preriscaldato e ventilato a 180° per 30 minuti. Ma i tempi di cottura variano da forno a forno, quindi regolatevi con la prova dello stecchino.  Inoltre, capirete che la ricotta è ben cotta quando il gattò comincerà a sgonfiarsi ;)!

Buon appetito ^__^!

(Visited 430 times, 1 visits today)

14 Responses to Torta di ricotta alla siciliana

  1. fantasie says:

    Ma io mi commuovo! E non solo perché la ricetta è da urlo, e non solo perché mi hai anche citata (immeritatamente), ma soprattutto perché dimostri questa immensa sensibilità per i celiaci come me! TI adoro!
    P.s. Hai mai visto la crostata di ricotta e nutella della mia mamma??? Penso che sia il corrispettivo di questa… provala e non te ne pentirai!
    E ringraziamo Genny che ti ha fatto venire in mente questa crostata! 😉

  2. agavepalermo says:

    Che torta speciale, ed anche il gattò di ricotta deve essere buonissimo, è una ricetta che non conoscevo e che proverò! Baci
    Evelin

  3. buonissimo! grazie a stefania per avermi portato qui, condivido il suo commento.
    e poi il gattò di ricotta è da urlo…

  4. Kiara says:

    Spettacolooooooooo!!!!!!! ben trovata anche su FB cara!!!! ;-DD

  5. Ciao cara..piacere di conoscere te e il tuo bel blog!!! stupenda questa torta e mi sa ottima pure quella della mamma!:)
    bacioni e alla prossima!
    Terry

  6. Simona says:

    deve essere davvero speciale un bacio a presto simmy

  7. ho deciso di seguirti! mi piace molto il tuo blog

  8. SONIA says:

    21ma e non se ne parla più ;)) ti seguo con piacere e con molta golosità!
    A presto
    Sonia

  9. Cannella says:

    Dev'essere davvero squisita!….da fare, assolutamente!

  10. @ tutte: grazie mille, mi fa davvero piacere che questa torta vi sia piaciuta ^__^! Spero inoltre di riuscire a replicarla per farvi vedere l'originale, il gattò di mia madre (anche se questa torta un'idea ve la dà ;)).
    E scusate se rispondo solo ora, ma non sempre riesco a stare dietro al mio blog :(…dal commento via e-mail preferisco venirvi a salutare sui vostri blog ^__^!

  11. Ilaura says:

    Mamma che meraviglia! Sono in pieno delirio mistico pro dolci, per cui questo dolce non può che accelerare velocemente la mia salivazione! 🙂

    Se poi hai voglia di sperimentare un po', passa di qua:
    http://zenzeroecaffe.blogspot.com/2011/09/zenzero-e-caffe-si-lancia-in-un-contest.html

    ciao ciao

  12. patatina says:

    grazie x la visita…ti seguo anche io! ottima ricetta!

  13. renata says:

    Semplicemente FAVOLOSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *